Chi siamo | Sei un medico? Ordina qui

BENVENUTO SUL NOSTRO
OFFICIAL STORE
SERVIZIO CLIENTI
039.698501 int.2
LUN-VEN: 8:30-12:30 / 14:00-18:00
PRODOTTI
Home » CISTINAM® D
  • Antiaging
  • Antiossidanti
  • Benessere bimbi
  • Benessere cardiovascolare
  • Benessere donna
  • Benessere gambe e glutei
  • Benessere in gravidanza e allattamento
  • Benessere naso e gola
  • Benessere osteoarticolare
  • Benessere psico-fisico
  • Benessere sessuale e fertilità
  • Benessere stomaco e intestino
  • Benessere vie urinarie
  • Creme e olii essenziali
  • Depurazione organismo
  • Dieta e controllo peso
  • Essenze floreali
  • Multivitaminici
  • New Era
  • Supporto difese naturali
  • Vitamine e Minerali

CISTINAM® D

14 bustine

CONFEZIONI DISPONIBILI

 

€ 17,95


Tutti i prezzi includono l'IVA.

Spese di spedizione € 5,00.
Spedizioni GRATUITE per
ordini uguali o superiori a € 50,00.

DESCRIZIONE
COMPOSIZIONE
VIDEO
Integratore alimentare a base di Cranberry, D-Mannosio e Malva con zucchero ed edulcoranti.

INDICAZIONI: il Cranberry coadiuva la funzionalità delle vie urinarie. La Malva ha un’azione emolliente e lenitiva delle vie urinarie.
MODALITÀ D’USO: 1-2 buste al giorno, da sciogliere ciascuna in 200 ml di acqua oppure in mezzo litro d’acqua da assumere durante la giornata.
AVVERTENZE: vedi confezione.
CONTROINDICAZIONI: non note.
CONFEZIONE DISPONIBILE: 14 bustine.

I COMPONENTI DI CISTINAM® D

Cranberry: Il Cranberry è una piccola bacca rossa coltivata principalmente nel Nord America e in Cile. Il Cranberry è ricco di polifenoli, come le proantocianidine, e grazie al suo fitocomplesso viene da sempre utilizzato per favorire la normale funzionalità delle vie urinarie e il drenaggio dei liquidi corporei, favorendo così l’eliminazione delle scorie e delle sostanze potenzialmente tossiche per l’organismo.

D-mannosio: Il D-mannosio è uno zucchero semplice, un monosaccaride a sei atomi di carbonio, che entra frequentemente nella composizione dei polimeri vegetali. Il D-mannosio viene scarsamente metabolizzato e quindi non interferisce con il metabolismo glucidico e la maggior parte viene escreta con le urine (quindi può essete utilizzato dai diabetici).

Malva: La Malva sylvestris è una pianta erbacea, dai fiori rosa con sfumature lilla, originaria dell’Europa e dell’Asia, presente anche in America e Australia. Cresce negli spazi incolti, tra le siepi e lungo i muri di cinta dei cortili. Le foglie si raccolgono in primavera, i fiori in estate. Durante il Rinascimento si guadagnò la fama di “omnimorbia”, ossia guaritrice di tutti i mali. La Malva è ricca di mucillagini e svolge un’azione emolliente e lenitiva sulle vie urinarie.

CURIOSITÀ E INFORMAZIONI PER IL CONSUMATORE

La cistite è un fastidioso disturbo della mucosa vescicale, dovuta ad infezioni batteriche sostenute principalmente da Escherichia coli. La cistite si manifesta con un’urgente necessità di urinare, spesso accompagnata da bruciore durante la minzione, sensazione di incompleto svuotamento vescicale, disuria e sangue nelle urine. Talvolta, il quadro clinico della cistite è accompagnato da febbre, urine maleodoranti e crampi addominali. Le infezioni alle vie urinarie, come la cistite, possono essere determinate da molteplici fattori: contraccettivi orali, carenza estrogenica, rapporti sessuali non protetti, coliche renali, diabete
ed ipertrofia prostatica (nell’uomo).
In caso di cistite è consigliabile adottare delle sane abitudini:

• bere molti liquidi, almeno 1,5-2 litri al giorno. Per favorire la diluizione della carica batterica, ovvero l’eliminazione del patogeno in tempi relativamente brevi
• indossare preferibilmente biancheria intima in cotone per favorire una corretta traspirazione, evitando quindi indumenti in fibre sintetiche.
• un efficace rimedio per alleviare il dolore da cistite consiste invece nell’alcalinizzazione delle urine assumendo ad esempio sodio bicarbonato
• alcune donne trovano un leggero e temporaneo sollievo dal dolore della cistite facendo una doccia calda
• praticare un costante e regolare esercizio fisico.
Le informazioni riportate non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente.
È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o farmacista.
progetto: eurobusiness srl | sviluppo: escofin srl